Alla Barcolana premiati i Blue Marina Awards

Blue Marina Awards

La II Edizione dei Blue Marina Awards si conclude a Trieste con la consegna del riconoscimento a 34 tra marina, porti e approdi turistici

La II Edizione dei Blue Marina Awards si conclude a Trieste con la consegna del riconoscimento a
34 tra marina, porti e approdi turistici che tra un centinaio di partecipanti in tutta Italia si sono aggiudicati i BMA

L’ambito premio di riconoscimento alla seconda edizione, è stato conferito nel corso di una cerimonia di premiazione che si è tenuta a Trieste il 6 ottobre presso la Camera di commercio Venezia Giulia e che ha visto la partecipazione di altissime cariche istituzionali, oltre che di una massiva partecipazione di marina, porti e approdi turistici arrivati da tutta Italia. L’evento, inserito nel palinsesto della Barcolana, ha celebrato l’impegno delle strutture dedicate alla nautica da diporto verso l’eccellenza nell’industria portuale italiana.

L’iniziativa, ideata e coordinata da Walter Vassallo e promossa da Assonautica Italiana e ASSONAT, e con il RINA quale ente tecnico dei BMA, ha visto una partecipazione di oltre 100 Strutture Portuali Turistiche Nautiche.

“Un risultato oltre le aspettative con un’adesione che è triplicata rispetto alla prima edizione – ha commentato soddisfatto il presidente di Assonautica Italiana Giovanni Acampora – che testimonia la voglia dei porti e approdi turistici di mettersi in gioco, per elevare i propri standard. I Blue Marina Awards hanno fotografato infatti lo stato dell’arte delle strutture portuali italiane su oltre cento punti di valutazione, che spaziano dall’accoglienza turistica alla sicurezza, dall’innovazione alla sostenibilità. Un percorso che si è circondato da partner di eccellenza e che continuerà toccando le varie parti d’Italia, ma si sta già pensando ad aprire il premio all’Europa. Ringrazio il presidente Paoletti per l’ospitalità del Premio e Mitja Gialuz per averlo inserito nel calendario della Barcolana.”

Uno dei principali vettori di sviluppo e di crescita del turismo nautico – dichiara Luciano Serra presidente Assonat-Confcommercio – è testimoniato dal forte impegno sostenuto dalle strutture portuali turistiche nell’implementazione di servizi verso un’accoglienza sempre più attenta ai temi della qualità, della sostenibilità, della sicurezza e della salvaguardia dell’ambiente, elementi che sono beni identificati nell’iniziativa dei Blue Marina Awards. I marina, quale interfaccia fra il sistema mare, lacuale, fluviale e il sistema terra – conclude Serra – rappresentano un nodo strategico per lo sviluppo di un territorio, un’avventura turistica unica per conoscere storia, cultura, enogastronomia, artigianato e quale spazio aperto possono offrire occasione di intrattenimento, eventi, in breve svolgere attività ricreative alternative e/o complementari a quella nautica.

Walter Vassallo “tutti i marina, porti ed approdi turistici sono i protagonisti di questa iniziativa. Non ci sono vincitori o sconfitti, più bravi o meno bravi, più belli o meno belli. I Blue Marina Awards non vogliono creare competizione, ma spirito di unione per il bene comune, per portare i riflettori su tutte le strutture portuali turistiche nautiche e i loro territori, sul loro impegno, valorizzarle e sensibilizzarle su temi sempre più importanti. Tutti insieme per crescere uniti.”.

Felix Leinemann, Capo della Blue Economy della Commissione Europea, ha dichiarato:
“L’iniziativa è in linea con le politiche europee e siamo felici che la prossima edizione sia estesa a tutto il Mediterraneo Europeo poiché si tratta di un’iniziativa unica, importante ed oggettiva. I BMA sensibilizzano strutture dedicate alla nautica da diporto al miglioramento e guidandoli in un processo di valorizzazione rispetto alle caratteristiche chiave e alle azioni pragmatiche da intraprendere per diventare centri di eccellenza, in linea con la politica comunitaria.”

Tutte le strutture riceveranno l’attestato preparato dal RINA che fotografa il loro stato dell’arte in relazione ai quesiti oggetto di valutazione dal RINA in relazione ai temi di sicurezza, sostenibilità, innovazione, accoglienza turistica. Per ogni risposta è stato assegnato un punteggio in relazione ai pesi e misure definite dal RINA. La somma di tutte le voci forma il totale espresso in percentuale sul massimo punteggio ottenibile (equivalente al 100%).
La soglia superata la quale si è ottenuto il riconoscimento di BMA è stata fissata al 68% per i marina e porti e 39% per gli approdi. La soglia per gli approdi è minore perché molti dei punti oggetto di valutazione non sono applicabili per le piccole strutture. Tutti i punti oggetto di valutazione oggettiva e trasparente, circa un centinaio, ruotano attorno ai temi di sicurezza, innovazione, sostenibilità (che include anche i temi ambientali) ed accoglienza turistica (che include anche i temi di sport e di accessibilità), ad esempio dalla presenza di pannelli fotovoltaici a percorsi pedonali per persone diversamente abili.

Chi ha superato la soglia ha ottenuto il riconoscimento: in totale 34 strutture tra marina, porti e approdi turistici, che potranno affiggere per i prossimi 12 mesi, ovvero fino alla conclusione della prossima edizione, la bandiera Blue Marina Awards.

Il riconoscimento potrà essere revocato laddove ulteriori verifiche effettuate dal RINA, che si protraggono anche dopo la conclusione dell’edizione – come qualsiasi evento di qualsiasi natura – dovessero accertare informazioni fornite errate o non veritiere.

I 4 premi speciali (Blue Marina Awards Innovazione, Blue Marina Awards Sicurezza, Blue Marina Awards Sostenibilità, Blue Marina Awards Accoglienza Turistica) sono andati alle 4 strutture che si sono aggiudicate il punteggio assoluto più alto in relazione ad ognuno dei temi, ovvero il punteggio più alto ottenuto dalla somma dei punteggi relativi ai quesiti oggetto di valutazione di ogni categoria (innovazione, sicurezza, sostenibilità, accoglienza turistica).

L’attestato fornirà una guida per continuare nel processo di crescita con l’obiettivo di mantenere od ottenere il riconoscimento il prossimo anno.
Questo non è un traguardo. È solo l’inizio di un percorso che deve incoraggiare e sensibilizzare tutti i marina, porti e approdi turistici da Nord a Sud, dall’Adriatico al Tirreno, dal piccolo al grande, a progredire e migliorare per essere sempre più valorizzati ed usufruiti, essere centri di eccellenza, ben integrati ai propri territori per diventarne un volano per la crescita inclusiva e sostenibile.

Alla cerimonia, presentata da Elena Magro, sono intervenuti inoltre: Bruno Santori Vice Presidente Assonat, Andrea Prete Presidente Unioncamere, Massimiliano Fedriga Presidente Regione Friuli Venezia Giulia, Fabio Scoccimarro Assessore della Regione Friuli Venezia Giulia, Roberto Dipiazza Sindaco di Trieste, Mitja Gialuz Presidente Società Velica di Barcola e Grignano, Luciano Del Prete CV Direttore Marittimo di Trieste, Antonello Testa Direttore Osservatorio Nazionale del Mare – Informare, Alessandro Battaglia Responsabile CNA Nautica, Leonardo Manzari di National Hub for Italy Westmed e Barbara Amerio CEO Gruppo Permare.

Guarda i video degli interventi su Youtube: https://www.youtube.com/@BlueMarinaAwards/videos

Download

AGENDA TRIESTE 2023 – Premiazioni seconda edizione Blue Marina Awards

Ente promotore

Partner Istituzionale

Ente Tecnico