BLUE MARINA AWARDS: Dal Salone Nautico di Genova all’Europa

Blue Marina Awards

Mitja Gialuz: “Non solo ho inserito i Blue Marina Awards nel programma della Barcolana, ma sono l’evento di chiusura del Barcolana Sea Summit che ha avuto proprio oggi il patrocinio della Comunità Europea”

Dal Salone Nautico di Genova lo scorso anno si tenne la prima premiazione dei Blue Marina Awards e oggi dalla fiera si è lanciata la conclusione della seconda edizione che si terrà il 6 ottobre a Trieste in occasione della Barcolana.

La conferenza stampa, condotta dal giornalista e direttore di Nautica Corradino Corbò, che ha sottolineato la rilevanza, unicità ed oggettività dell’iniziativa, ha visto intervenire i partner istituzionali del premio, Giovanni Acampora Presidente di Assonautica Italiana e Luciano Serra Presidente di ASSONAT, il partner tecnico con il vice presidente del RINA Nicola Battuello e Walter Vassallo, l’ideatore e coordinatore dei BMA. In collegamento il Presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia Antonio Paoletti ed Mitja Gialuz Presidente della Società Velica Barcola e Grignano, circolo organizzatore della Barcolana.

“I Blue Marina Awards sono il riconoscimento annuale – ha spiegato Walter Vassallo – che celebra l’eccellenza dei Marina Resort, Porti Turistici e Approdi Turistici, cresciuto esponenzialmente con un centinaio di partecipanti in un solo anno dalla sua nascita, dei quali 32 sono quelli che saranno insigniti del premio. Lo scopo non è stabilire vincitori o perdenti, ma piuttosto promuovere un alto standard di servizi di accoglienza turistica, sostenibilità, innovazione e sicurezza nelle strutture portuali in tutta Italia. Abbiamo la fortuna di avere dei porti e approdi che ci invidiano all’estero e vanno valorizzati e raccontati per essere porte d’ingresso al turismo esponenziale. E l’idea è quella di allargare il premio anche alle strutture europee”.

“Un premio che è nato da un’intuizione valida – ha commentato Giovanni Acampora – che durante il cammino si è circondato da partner di eccellenza. I numeri sono di grande rilevanza ed è un percorso che deve continuare senza dimenticare che l’Italia è seconda solo dopo la Grecia per lunghezza delle sue coste, per cui toccheremo le varie parti d’Italia. Il fatto che il 6 ottobre saremo a Trieste vuol dire saper guardare l’intero perimetro della nostra penisola e ringrazio il presidente Paoletti per l’ospitalità. Ma bisogna pensare che le azioni che svolgiamo in Italia devono avere un’apertura europea, e quindi l’idea di Vassallo di ampliare questa veduta oltre i confini è importante. Se si guardano i dati Eurostat dell’economia blu siamo terzi dopo Spagna e Germania, ma noi abbiamo delle filiere che non vengono considerate in quei parametri. Dobbiamo armonizzare questi dati con la nostra peculiarità e per questo se apriamo il premio all’Europa avrà una valenza molto interessante.”

“C’è stata una crescita qualitativa dei porti e approdi turistici durante questo anno del premio, ma dovrà continuare in maniera esponenziale” ha commentato Luciano Serra. “Metterli a gara e stimolarli in questo percorso è un’idea semplice ma geniale. Mi sono soffermato a guardare i dati sulla sicurezza perché le nostre strutture sempre di più sono chiamate ad ospitare barche di dimensioni più grandi e fornire servizi di accoglienza più efficienti, di qualità, perché non siamo più ai tempi dove l’ormeggiatore diceva al marinaio di tirare la cima, ora si deve conoscere le lingue e saper fare bene le manovre. Questo premio è l’esempio che è fondamentale saper fare squadra.”

Nicola Battuello: “I Blue Marina Awards rappresentano un blue print che fotografa in modo oggettivo e trasparente, utilizzando pesi e misure su un centinaio di punti oggetto di valutazione, lo stato di salute delle strutture turistiche portuali in ambito di accoglienza turistica, sicurezza, sostenibilità ed innovazione.”

Antonio Paoletti: “Come camera di Commercio da sempre ci occupiamo di questo settore, abbiamo rilanciato l’Assonautica di Trieste e questo tema ci sta molto a cuore perchè i marina sono spesso lasciati a sé stessi, non considerati come un porto sicuro e un luogo di assistenza. Ben venga questo riconoscimento che premia i marina su queste tematiche importanti, ma vi lancio l’idea di estendere il premio anche ai circoli nautici e remieri per una qualifica di sostenibilità e sicurezza.”

Mitja Gialuz: “Trovo che il ruolo dei marina sia ancora sottovalutato, considerati come semplici parcheggi mentre sono delle meravigliose piattaforme che devono essere valorizzate per un turismo di qualità. L’idea del premio serve proprio questo, a stimolare i nostri marina a migliorarsi. Quindi non solo ho inserito i Blue Marina Awards nel programma della Barcolana, ma sono l’evento di chiusura del Barcolana Sea Summit che ha avuto proprio oggi il patrocinio della Comunità Europea”.

Ente promotore

Partner Istituzionale

Ente Tecnico